sabato 16 marzo 2019

Review Party: “La sposa inglese” di Anita Sessa

Buongiorno Booklovers,
Oggi, ho il piacere di partecipare al review party dell’ultimo romanzo di Anita Sessa intitolato La sposa inglese ed edito da Dri Editore.
Io amo gli history romance, sono anni che ne leggo e quando ne incontro uno veramente ben scritto, non posso che rimanerne contenta. Avevo grandi aspettative per questo romanzo e sono felice di affermare che tali aspettative siano state ampiamente soddisfatte.
Mi raccomando, non predete anche le altre tappe.

Ringrazio di cuore Anita Sessa per avermi dato la possibilità di partecipare al review party e Dri Editore per la copia omaggio del romanzo.


Autrice: Anita Sessa
Casa Editrice: Dri Editore
Genere: History Romance - Regency
Pagine: 145
Prezzo e-book: 2,99 €
Prezzo cartaceo: 12,99 €
Data di uscita: 11 marzo 2019
Disponibile su Amazon (link di acquisto nel titolo)

Voto: 🌟🌟🌟🌟🌟

Trama: Londra. 1818.

Giunta nella capitale per la sua prima stagione, Lady Edith Courtenay, figlia di un ricco marchese, finisce nel mirino di un pretendente dalle poco limpide intenzioni. A trarla in salvo, con la proposta di un matrimonio di convenienza, è Archibald Lennox, Duca di Richmond e figlio di un vecchio amico di famiglia. L’unione, nata con l’unico scopo di mettere al sicuro Edith, nonché le rispettive proprietà degli sposi, sfocia ben presto in una profonda attrazione. Ma proprio quando lo strano rapporto tra i coniugi arriva ad un punto di svolta, tutto è destinato a mutare. Sullo sfondo dei paesaggi selvaggi della Scozia, terra d’origine del Duca, appariranno dal nulla un’amante dai capelli rossi e oscuri personaggi del passato, che metteranno in pericolo la vita di Archibald, il quale sarà costretto a partire alla volta del Devonshire per cercare di salvare una persona cara. Edith nel frattempo si ritroverà faccia a faccia con la morte.


Recensione


“Voi siete libera. E selvaggia anche. Siete come la Scozia, Edith. Solo che, come la Scozia, non sapete ancora di esserlo.”

La sposa inglese è in tutto e per tutto un regency romance, la storia si svolge tra l’Inghilterra e la Scozia e i due protagonisti sono una lady inglese, Edith Courtenay figlia di un ricco marchese e un duca scozzese, Archibald Lennox Duca di Richmond.
I due si conoscono durante la cena di Natale, Lady Lonnox, nonna di Archibald, è un’amica di vecchia data del nonno di Edith. Fin dal loro primo incontro, Archibald vede in Edith qualcosa che lo affascina. Lady Edith non è come tutte le ragazze del ton, nonostante sia una vera lady in tutto e per tutto e sappia bene quali siano i suoi doveri dentro di lei scorre l’animo di una donna che desidera sentirsi fondamentalmente libera e non imprigionata dai doveri e da ciò che la società si aspetta da lei.
Archibald Lennox, è un duca scozzese dal temperamento forte, è rispettato e temuto e sicuramente non è un’amante delle rigide regole del ton.
Quando Lady Edith rischia di cadere in un matrimonio sbagliato, Archibald Lennox non esita ad offrire ad Edith la sua protezione. I due si sposano e per Edith inizia una nuova vita, lascia Courtenay House nel Devonshire per trasferirsi con il marito a Stormborn, vicino a Inverness, in Scozia.
“Non vi farò del male, Edith. Vi proteggerò e farò in modo che voi siate sempre al sicuro. Non vi costringerò a essere davvero mia moglie fino a quando non sarete voi a volerlo.”

Della trama non ho intenzione di dire altro perché questo romanzo merita assolutamente di essere letto. E non solo perché buona parte della storia si svolge nelle selvagge terre scozzesi ma perché la storia tra Archibald ed Edith è una storia d’amore forte e delicata come solo un buon regency ci possa regalare.
Devo ammettere di essermi invaghita del Duca di Richmond dalla prima volta in cui ho letto gli estratti del romanzo. Quello che ho maggiormente apprezzato del romanzo sono proprio stati i due personaggi principali e non solo, ho apprezzato tutti personaggi anche quelli solo accennati.
Lady Edith è una donna onesta, sincera, pura e incredibilmente forte! Nonostante sappia quali siano i propri doveri e sia molto attenta a rispettare le severe regole del ton spera che per lei possa esserci qualcosa di più, che possa finalmente sentirsi libera. Nel corso della storia darà prova di grande coraggio e forza interiore che, unita alla sua rigida educazione, faranno dei lei una Duchessa indimenticabile.
Archibald Lennox è un duca di tutto rispetto, non solo è bello ed ha la fama di libertino, ma è anche un ottimo duca per i suoi sudditi, ammirato e rispettato. È un uomo giusto che non esita a mettere a rischio la propria vita se necessario, in più di un’occasione ha dato prova di grande coraggio e determinazione.
Il rapporto tra Edith e Archibald è come quello tra l’Inghilterra e la Scozia.
“Agiamo in modo differente, ma siamo profondamente simili. Legati indissolubilmente, eppure sempre in guerra… Guardando questa terra sento nel profondo che non riuscirà mai a staccarsi dall’altra e viceversa. L’Inghilterra non può fare a meno della Scozia. E la Scozia, in fondo, ama l’Inghilterra.”
Anche gli altri personaggi presenti nel romanzo risultano interessanti e ben caratterizzati. Ho apprezzato tantissimo il padre di Edith, il Marchese Courtenay, così come mi sono affezionata a Lady Lennox, la nonna di Archibald. Anche Margareth, cugina di Edith è un personaggio molto bello seppur compaia poco.

Il romanzo si può dividere un due parti: una prima parte più lenta, dedicata a conoscere meglio i personaggi e nella quale assistiamo all’inizio della storia d’amore tra Archibald ed Edith, poi abbiamo una seconda parte in cui il ritmo cambia decisamente, diventato più serrato. Quando il pericolo incombe sui protagonisti entrambi si dimostrano coraggiosi nell’affrontare gli ostacoli e non si lasciano abbattere dalla proprie paure.
Il modo in cui il romanzo è strutturato rende la lettura “famelica” passatemi il termine, ma mi sono sentita in questo modo, ne volevo sempre sapere di più, non riuscivo a staccarmi dalla lettura. E quando sono arrivata alla fine mi sono resa conto che mi sarebbe piaciuto saperne ancora di più, leggere altre cento pagine.
Devo assolutamente fare i miei più sinceri complimenti ad Anita Sessa perché è riuscita a dare vita ad un regency veramente emozionante. Ritengo che scrivere history non sia affatto una cosa scontata anche perché bisogna avere una buona conoscenza della società di quel tempo e Anita si è dimostrata preparata ed attenta ai piccoli dettagli. Inoltre, grazie al suo stile di scrittura delicato e mai scontato è riuscita a rendere il romanzo particolarmente armonioso. È stata bravissima a descriverci Edith con tutte le sue sfaccettature e colori, a dimostrarci il suo valore di donna capace di affrontare anche le sfide più difficili rendendola attuale ma senza forzature.
Lo stesso posso dire di Archibald, un uomo davvero affascinante, capace di dolcezza nonostante un temperamento decisamente scozzese ed un carattere molto forte e determinato. E per Edith farebbe veramente qualsiasi cosa.
“Mi state torturando e uccidendo lentamente, e neppure ve ne rendete conto.”
“State facendo tutto da solo, Vostra Grazia.”
Lui fece quel suo mezzo sorriso a pochi millimetri dalla sua bocca.
“Eccovi. Questa è la vera Edith che ogni tanto fa capolino.”
“Io sono sempre qui.”
“Nascosta sotto regole e imposizioni.”
“E voi vi fate beffe di queste regole e imposizioni.”
“Eppure ho ceduto all’imposizione del matrimonio e vi ho sposata per salvarvi.”

La sposa inglese è un romanzo appassionante e dolce al tempo stesso, sono veramente contenta di averlo letto perché quando si trovano libri di questo tipo, scritti bene, con una trama per niente scontata, ambientati in un periodo storico, che io adoro e si giunge a fine lettura con l’animo in tumulto, allora sai di avere la certezza di aver letto qualcosa che difficilmente dimenticherai. Spero tanto che Anita Sessa ci regali un altro historical perché è stata davvero eccezionale.
Un ringraziamento gigantesco va anche alla Dri Edizioni perché è in grado di regalarmi dei romanzi indimenticabili e di puntare su un genere che, a parere mio, ha ancora tantissimo da offrire.
Prima di salutarvi non mi resta che consigliare la lettura di questo piccolo gioiello a tutte le amanti del romance storico ma anche a coloro che siano alla ricerca di un romanzo delicato e forte, ricco di sentimento con la giusta dose di suspense e di romanticismo.
“Devo riacquistare un minimo di credibilità in questa casa. Ho saputo che avete indossato i miei pantaloni, Vostra Grazia.”
“Non avevo più indumenti puliti,” ribatté lei.
“E che avete fatto il bagno mezza nuda nelle acque gelide del Moray Firth.”
“Avevo caldo.”
“Promettimi che non smetterai di fare queste cose, Edith. Dimmi che finalmente hai lasciato perdere tutte le convinzioni da ricca moglie inglese e ti sei convertita agli usi e costumi della Scozia” la provocò lui, stringendola forte tra le braccia.
Edith rise di cuore, abbandonandosi contro la sua spalla.

Indimenticabile

Nessun commento:

Posta un commento