sabato 22 giugno 2019

Anteprima: "Parole" di Anita Sessa


Ciao Booklovers,
dopo tanti giorni di assenza finalmente torno a pubblicare qualcosa di nuovo sul blog. Sapevo che avrei avuto poco tempo da dedicare alla lettura ma non pensavo in modo così drastico.
Tuttavia sono contenta di potervi segnalare l'ultimo romanzo di Anita Sessa, si tratta di un contemporary romanca dal titolo Parole ed edito da Dri Editore.
Il romanzo è in pre order al prezzo di 1,99 € ed uscirà il 24 giugno, inoltre per tutto il fine settimana potrete trovare a soli 1,99 € anche La sposa inglese, un romanzo che mi è piaciuto davvero tanto, qui potete leggere la mia recensione.


Titolo: Parole
Autore: Anita Sessa
Editore: Dri Editore
Genere: Contemporary Romance
Pagine: 155
Prezzo e-book: 2,99 €
Prezzo cartaceo: 14,99 €
Data d'uscita: 24 giugno 2019 (presentazione ufficiale in occasione del Festival Romance Italiano)
Disponibile su Amazon e su Kindle Unlimited


Trama:

 “Le sto mandando messaggi confusi, ne sono cosciente, ma ho bisogno di spingere l’acceleratore e di vedere dove andiamo a finire”

Disincantata, cinica, un po’ scontrosa: questo è ciò che è diventata Livia dopo la morte della madre. Studentessa universitaria di giorno, cameriera in una trattoria in provincia di Pesaro la sera, Livia affronta la vita da sola giorno dopo giorno.
Complice uno scambio di battute scritte a lettere cubitali sul fondoschiena di una modella di intimo, ritratta su un poster pubblicitario, Livia conosce Jacopo, manager di trentanove anni impiegato nel campo del marketing e con un matrimonio ai titoli di coda.
A suon di battute al vetriolo e scontri verbali, Livia e Jacopo inizieranno un rapporto perennemente in bilico, proteso verso qualcosa che potrebbe essere se solo entrambi si lasciassero andare.

Anita Sessa ci regala questa volta, dopo il regency di grande successo La Sposa Inglese, una delicata storia d’amore tra due persone profonde e affascinanti. Due anime molto diverse ma al contempo molto affini. Riusciranno entrambi a lasciarsi andare e superare quello che la vita sembra avergli tolto in passato?
Non lo possiamo sapere senza leggere il libro, quello che sappiamo però è che Anita si è superata questa volta, lasciandoci intravedere qualcosa più in profondità di se stessa.


Alcuni estratti gentilmente offerti dall'autrice


“Stereotipi e sfruttamento del corpo femminile, eh? So cosa odi, ma sarebbe interessante capire cosa ti piace.”
“Non molte cose. Gli interrogatori, per esempio, no.”
Trattiene un sorriso e, stranamente, inizio anche a sentirmi a mio agio in una situazione che ha del paradossale. Sembra quasi l’inizio di una barzelletta: un uomo e una donna si conoscono per caso dopo aver scarabocchiato il culo finto di una bionda...
“Quanti anni hai, Livia?”
Tamburello con le dita sul tavolo tra noi.
“Venticinque.”
Resta in silenzio, aspettandosi forse che io gli rivolga la stessa domanda. Quando il cameriere ci serve, prendo il mio bicchiere e lo porto con tranquillità alle labbra, uccidendo la sua speranza di sentirmi proferire spontaneamente parola.
“Io ne ho qualcuno in più” dice dopo un po’.
“Ma sul serio? Io te ne avrei dati quattordici.”
“In realtà sono solo quindici.”
“Ah, ecco. Mi sono sbagliata di pochissimo.”
Nello sguardo scuro e brillante di Jacopo giurerei di scorgere dell’ammirazione.
“Demolisci sempre chiunque cerchi di avvicinarti?”
“A volte li lascio in piedi solo per vederli correre via da soli a gambe levate.” Questa risposta è decisamente più sincera di quanto volessi e lui sembra accorgersene in qualche modo.
“Magari qualcuno decide di restare, alla fine. Dopotutto non sembri così terribile.”

“Perché liquidi tutto così?”
Serro gli occhi e le labbra, concentrandomi sul suo fiato caldo che attraversa la mia maglietta e mi raggiunge la pelle.
“Chiunque ti guardi negli occhi si rende immediatamente conto che hai sofferto, Livia. Anche quando fai di tutto per dissimulare. Io voglio solo conoscere quel mondo che ti ostini a tenere chiuso nel tuo cuore, lontano da tutto e tutti. So che, probabilmente, non hai motivo di fidarti di me, ma voglio lo stesso meritarmi l’accesso a quel mondo. Voglio scoprirti... poco per volta. Almeno permettimi di provarci.”
Le mie dita tremano quando si infilano tra i suoi capelli scuri, lievemente arricciati dal sudore e dal caldo. Lui solleva gli occhi scuri e limpidi nei miei, sorridendomi mentre porta le sue mani sui miei fianchi esili. Lascia scivolare le dita sul mio corpo ossuto, un corpo fragile che tenta disperatamente di essere forte. Lo lascio fare senza oppormi, chiudendo di nuovo gli occhi e reclinando la testa all’indietro. Le sue mani esplorano senza andare troppo oltre, ma facendomi disperatamente desiderare che lo faccia.
“Mi sembra quasi di guardarti dentro così” sussurra. “Credo che Tommaso D’Aquino abbia sostenuto che affermare che la donna fosse formata dalla costola dell’uomo volesse indicare un vincolo d’amore tra i due”.
Mi irrigidisco a quelle parole, ma lui continua a insinuare le dita tra le mie sporgenze ossee.
“Forse non è amore, ma sento che tra noi un vincolo, un legame, c’è. Ed è profondo, nonostante ti conosca poco e, soprattutto, da poco”.
Con le dita trova una piccola insenatura, tra le ultime due costole sul lato sinistro. La guarda, mentre lascia scivolare lì l’indice.
“È qui che mi auguro di stare, prima o poi. Qui dove puoi sentirmi, nel bene e nel male, dove non puoi dimenticarti di me. Voglio essere tuo amico, Livia, ma è difficile penetrare la tua corazza. Fammi un po’ di spazio, non chiedo altro.”
Inspiro e il mio torace si gonfia quasi fino a scoppiare. Poi, premo la mano sulla sua, spingendo in quel vuoto quasi fino a farmi male.
“Accomodati. Ma non devi mentirmi mai.”


Nel parcheggio vengo sospinta da Jacopo contro l’auto con un’urgenza che non ho mai avvertito da parte sua. Ciò che anima i suoi occhi è inconfondibile, perché mi ritrovo spesso a vederlo nei miei: il bisogno.
Ha bisogno di me, probabilmente per dimenticare, per assentarsi da questo mondo e tuffarsi nella nostra piccola bolla privata dove tutto ha un senso. Lo capisco, lo accetto anche, ma fa male sapere che sia il fatto di aver visto sua moglie ad averlo ridotto in questo stato. Fa sempre male, con Jacopo, quando scopro di non essere il centro vivo e pulsante dei suoi pensieri e la sensazione mi stravolge e destabilizza. La sua smania, però, e il modo in cui mi tocca alimentano il mio desiderio. Prima che possa anche solo pensare a quello che stiamo per fare, mi ritrovo distesa sotto di lui, sui sedili posteriori del suo SUV. Siamo un groviglio di braccia e gambe, di pelle che sfiora altra pelle, infiammandosi e sgretolandosi per il piacere.
È in questo momento, mentre lui si solleva per poi tornare giù, su di me e dentro di me, che capisco che non voglio lasciarlo andare. Che quello che voglio sul serio è regalargli quel briciolo di cuore che ancora mi è rimasto intero, che voglio impegnarmi con lui e voglio che lui si impegni con me.
“Non mi dire mai bugie.”
Si spinge all’improvviso dentro di me, fino in fondo, per poi fermarsi e guardarmi negli occhi. È strano, quasi infervorato.
“Dillo, Livia. Dimmi quello che già so.”
Chiudo gli occhi, aggrappandomi al suo collo.
Mi sembra di stare sull’orlo di un precipizio immenso.
Posso fidarmi di lui?
La paura di rispondere sì a questa domanda quasi mi paralizza e tremo quando riprende a muoversi lentamente. La sua bocca mi lascia una scia di teneri baci sulla mandibola, seguendone la linea fino a raggiungere le labbra.
“Provi qualcosa per me, Livia. Non è solo sesso, non è solo frenesia, pura attrazione. Provi qualcosa di più profondo.”
No.
E sì.
Non saprei come rispondere.
Così apro gli occhi, ritrovandomi i suoi, quasi incandescenti, a pochi centimetri. Una spinta, particolarmente forte, mi fa sussultare e mi lascio sfuggire un gemito. Lui sorride, scapigliato e sudato, bello come può esserlo un angelo.
“Credo di provare lo stesso per te” sussurra, come se fosse normale.
E stranamente io lo accetto, come se fosse normale. Il nodo con cui il mio cuore aveva deciso di aggrovigliarsi si scioglie completamente e mi rilasso.
Chiudo gli occhi e mi tuffo in quel precipizio, sperando di non schiantarmi mai, di continuare a vivere in caduta libera e ebbra di felicità.

mercoledì 5 giugno 2019

Segnalazione: "Take a sad song" di Christina Mikaelson

Buon mercoledì Booklovers,
come procede la vostra settimana? La mia molto piena ma sono anche soddisfatta perché lunedì mi è arrivato un CD che aspettavo con ansia. 
Si tratta delle musiche originali composte per la serie televisiva Charmed (Streghe in italiano) scritte da J. Peter Robinson che ricopre tutte le otto stagioni della serie. Il CD è in ottime condizioni e lo adoro. Presto dedicherò un post a questo splenidto (almeno per me) telefilm della fine degli anni '90.

Ma parliamo di romanzi, sono qui per segnalarvi il nuovo contemporary romance di Christina Mikaelson, autrice italiana, intitolato Take a sad song, edito dalla casa editrice Un cuore per cappello ed è uscito lo scorso 14 maggio.
Andiamolo a scoprire insieme.


Titolo: Take a sad song
Autore: Christina Mikaelson
Casa Editrice: Un cuore per capello
Genere: Contemporary Romance
Pagine: 256
Prezzo e-book: 2,99 €
Prezzo cartaceo: 10,22 €
Data d'uscita: 14 Maggio 2019
Disponibile su Amazon e su Kindle Unlimited
Link d’acquisto Amazon
Link Ibs

Profilo instagram autrice: christinawords


Trama:  

A volte l'amore sta proprio dietro l'angolo e noi siamo troppo ciechi per vederlo.
Questa è la storia di Dominic e Prudence, migliori amici fin dai tempi del liceo, che alla soglia dei ventisette anni si ritroveranno a dover fare i conti con i loro sentimenti, ostacolati da un evento in particolare: l'imminente matrimonio di Prudence. Dominic avrà una settimana a disposizione per confessarle il suo amore e impedirle di sposare un altro uomo, ma sarà sufficiente?


Estratto fornitomi dall'autrice


Dominic la lasciò fare, ma con la sua poca forza Prue non riuscì a sollevarlo che di qualche centimetro, così lui optò per una soluzione migliore: le afferrò la mano, fingendo di volerla usare come sostegno per alzarsi, e poi la attirò a sé, facendola cadere a tradimento.
Per fortuna il corpo di Nick attutì lo schianto, anche se la ragazza lo schiaffeggiò sul petto per la paura.
«Voglio restare qui» la pregò Dominic sottovoce.
Prudence si perse dentro quegli occhi color giada. Era impossibile per lei ignorare la sua espressione da cucciolo bastonato, quando era troppo vicina a lui.
La ragazza non sapeva se ringraziarlo per essersi ubriacato e aver così dimenticato di esser furioso con lei oppure picchiarlo per aver colpito Michael.
«Ho chiesto scusa a tutti da parte tua, non ti devi preoccupare di loro. Quando sarai sobrio, se non mi sbraiterai contro, ti spiegherò tutto, ok?» lo rassicurò lei, parlando lentamente, mentre veniva colta da alcuni brividi di freddo causati dal vento.
Era maggio, ma la temperatura era piuttosto pungente, nonostante i riscaldamenti esterni dei Barnes.
Dominic le circondò la vita con il braccio e d'istinto la strinse di più a sé, inarcando la schiena all'indietro per farla sdraiare sopra di lui.
Prudence arrossì vistosamente, confusa da quel gesto e imbarazzata per la posizione.
Si erano abbracciati tantissime volte, eppure non si era mai ritrovata addosso a lui in quel modo. Non era affatto una cosa da amici e, se qualcuno li avesse visti dall'esterno, avrebbe tratto delle conclusioni azzardate.
Il corpo di Dominic sembrava granito, non se ne era mai accorta prima d'ora. Sapeva che andava in palestra, di tanto in tanto, per tenersi in forma, poiché non era un tipo ossessionato dai muscoli, ma non immaginava che fosse così possente.
In quattro mesi non si era potuta dimenticare come fosse fatto: era evidente che, invece, non l'avesse mai toccato così tanto come stava facendo adesso. E quel contatto ravvicinato, che non avrebbe dovuto turbarla neanche un po', le stava scatenando sensazioni inopportune.

martedì 4 giugno 2019

Cover Reveal: "Profumo di riscatto" di Tiziana Lia

Buon martedì amiche e amici lettori,
come state? Qui al Nord l'estate è arrivata in modo prepotente e il caldo inizia a farsi sentire. Vi confesso che l'estate non è la mia stagione preferita, anzi temo tantissimo il caldo ma cerco di affrontarlo con lo spirito giusto... sperando che finisca presto xD.
Ma non sono qui per parlarvi del caldo ma ho il piacere di partecipare a un cover reveal di un libro molto interessante.


Il romanzo in questione è edito da Dri Editore che dimostra ancora una volta quanto tenga a noi ed uscirà, il prossimo 14 giugno si intitola Profumo di riscatto ed è scritto da Tiziana Lia. Il genere è historical romance.
Andiamolo a scoprire insieme.

Titolo: Profumo di Riscatto
Autore: Tiziana Lia
Editore: Dri Editore
Genere: Regency/History Romance
Collana: DriEditore Historical Romance (vol.13)
Formati disponibili: ebook 2.99 € / cartaceo 12.99 €
Lancio: ufficiale 14 giugno 2019


Trama:

20 Maggio 1865. Un’unica notte ha sconvolto la vita di due giovani e il destino sembra giocare con
loro anni dopo.
Con una vita da ricostruire in Oregon e il desiderio di riscattarsi, Julia Montgomery si batte ogni
giorno contro i pregiudizi della società, mentre Daniel Duncan ha una certezza: deve nascondersi.
Nessuno dei due desidera l’amore nella propria vita, ma se il cuore facesse crollare ogni loro
certezza?
Sarà questo lo scontro più difficile da vincere, soprattutto quando il passato torna inesorabile a
chiedere un conto salato.
La speranza di ritrovarsi è l’unica fiammella che tenta di restare accesa, ma il tempo corre e il
mondo cambia attorno a loro. In un’America da costruire a scapito dei deboli, il destino terrà ancora in modo beffardo i destini delle loro vite?

Dopo essersi cimentata nel contemporaneo e nel romantic suspense, Tiziana Lia ci delizia con uno storico emozionante. La sua penna ci trasporterà in un'America ancora tutta da costruire, tra coloni e nativi, tra pregiudizi e ingiustizie, tra odio e amore.


domenica 2 giugno 2019

Segnalazione: "Nel cuore di Ginger" di Katy Regnery

Buona domenica e buona festa della Repubblica Booklovers,
mi sono appena imbattuta in una notizia che mi ha reso molto felice.
L'altro ieri, venerdì, è uscito grazie a Quixote Edizioni, il terzo volume stand alone della serie A Modern Fairytale di Katy Regnery.
Dopo la rivisitazione in chiave moderna de “La bella e la bestia” e di “Hansel e Gretel”, è arrivato il turno di Cappuccetto Rosso.
Il romanzo si intitola Nel cuore di Ginger e si ispira a una delle fiabe europee più popolari al mondo, di cui esistono numerose varianti. Le versioni scritte più note sono quella di Charles Perrault (col titolo Le Petit Chaperon Rouge) del 1697 e quella dei fratelli Grimm (Rotkäppchen) del 1857.
Il genere è come sempre contemporary romance.

La serie A Modern Fairytale è così composta:
1. Il Veterano (Beauty & the Beast) - The Vixen and the Vet
2. Non lasciarmi mai andare (Hansel & Gretel) - Never Let You Go
3. Nel cuore di Ginger (Little Red Riding Hood) - Ginger's Heart
4. Dark Sexy Knight (Camelot)
5. Don't Speak (The Little Mermaid)
6. Sheer Heaven (Rapunzel)
7. Fragments of Ash (Cinderella)
8. Swan Song (The Ugly Duckling)


Titolo: Nel cuore di Ginger
Autrice: Katy Regnery
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Genere: Contemporary Romance
Serie: A Modern Fairytale #3 
Finale: Autoconclusivo
Pagine: 576
Prezzo e-book: 4,99 €
Prezzo cartaceo: 17,68 €
Data di uscita: 31 maggio 2019
Disponibile su Amazon (link nel titolo)


Trama: Dall’autrice New York Times e USA Today Best Seller Katy Regnery.

“Tanto tempo fa c’erano due cugini: uno dorato come il sole, l’altro oscuro come la notte, uno un protettore, l’altro un predatore, uno un Cacciatore e l’altro un Lupo… ed entrambi possedevano in maniera equa, anche se differente, una porzione del cuore di una ragazzina.”

In questa storia d’amore contemporanea, liberamente ispirata a “Cappuccetto Rosso”, il cacciatore e il lupo sono cugini, e Cappuccetto Rosso è la ragazza della quale entrambi si innamorano.

La bellissima Ginger McHuid, figlia del più importante allevatore di cavalli del Kentucky, cresce nel ranch di famiglia, è la migliore amica di Cain Wolfram, il figlio del responsabile degli stalloni di suo padre, e del cugino di Cain, Josiah Woodman, figlio di un banchiere locale. Nel corso della sua infanzia felice, i tre sono amici inseparabili, ma mentre crescono fino a diventare adulti, sentimenti complicati minacciano di distruggere la lunga storia della loro amicizia e del loro amore.

L’altra sera ho finito Nel cuore di Ginger e sono davvero del tutto innamorata.” – Mia Sheridan, autrice best seller del New York Times.

Cosa ne pensate? 
Onestamente non sono un'amante della fiaba dedicata a Cappuccetto Rosso tuttavia desidero davvero leggere questo romanzo.


L'autrice


Katy Regnery, autrice bestseller secondo il New York Times e USA Today, ha iniziato la sua carriera di scrittrice iscrivendosi a un corso per racconti brevi nel gennaio del 2012. Un anno più tardi, firma il suo primo contratto e il primo romanzo di Katy viene pubblicato nel settembre del 2013. Venticinque libri più tardi, Katy è autrice multi-titolata dal New York Times e USA Today, della Blueberry Lane Series, che segue la storia delle famiglie di Philadelphia gli English, Winslow, Rousseau, Story e Ambler; dei sei libri della serie A Modern Fairytale e di molti altri romanzi e novelle autoconclusive. 
Il primo romanzo di Katy della serie A Modern Fairytale, Il Veterano, è stato nominato per il premio RITA® nel 2015 e vince il 2015 Kindle Book Award nella categoria romance. Katy vive nel relativamente selvaggio nord di Fairfield County, nel Connecticut, dove la stanza in cui scrive si affaccia sui boschi e dove suo marito, i suoi due figli, i due cani e un gattino Tonkinese Blu creano quella gioiosa confusione che basta a ricordarle che le più belle storie d’amore iniziano in famiglia. 

sabato 1 giugno 2019

Recensione breve: "Sfida a Poirot" di Agatha Christie

Ultimamente il tempo da dedicare alla lettura è davvero poco, tuttavia ho da poco ultimanto la lettura di un romanzo di Agatha Christie che non conoscevo e che, tutto sommato, mi è piaciuto abbastanza.
Ho deciso di parlarvene in questa breve recensione.

Titolo: Sfida a Poirot
Autrice: Agatha Christie
Casa Editrice: Mondadori
Genere: Giallo
Pagine: 252
Prezzo e-book: 7,99 €
Prezzo cartaceo: 8,00 €
Data d'uscita: 7 ottobre 2010 (ristampa)
Disponibile su Amazon (link nel titolo)


Voto: 🌟🌟🌟🌟


Trama:

Colin Lamb, biologo nonché agente del controspionaggio inglese, sta cercando qualcuno al numero 61 di Wilbraham Crescent, a Crowdean nel Sussex, quando si imbatte in una ragazza che fugge atterrita dal numero 19, dove ha scoperto il cadavere di un uomo. Nessuno ha idea di chi sia la vittima. Ma l'identità dell'uomo non è l'unico problema della polizia. Se per la polizia di Crowdean il delitto è indecifrabile, per Hercule Poirot, che ha raccolto come una sfida l'invito a partecipare alle indagini, si tratta di un crimine molto semplice da risolvere.


Breve recensione


Fin dalle prime pagine ci troviamo di fronte ad un caso di omicidio veramente misterioso, tutto inizia quando la giovane Sheila, impiegata presso una copisteria, si reca a casa di una signora che, a quanto pare, ha richiesto espressamente lei per svolgere un lavoro. Una volta arrivata a destinazione, trovando la porta di casa aperta, Sheila si imbatte nel cadavere di un uomo riverso sul pavimento del salotto. Ovviamente la giovane, spaventata dall'accaduto, lascia in tutta fretta la casa e di scontra (letteralmente) con Colin Lamb che la soccorre.
Accertatosi dell'effettiva presenza di un cadavere, al nostro Colin non resta altro che telefonare alla polizia, anzi per essere più precisi si rivolge all'amico ispettore Hardcastle.
Colin, non è un comune cittadino, bensì è un agente segreto della Corona e si trova Crowdean per lavoro, tuttavia un po' colpito dal caso e un (bel) po' dalla ragazza, decide di tentare di risolvere l'omicidio affiancando Hardcastle nelle indagini.
Gli interrogativi che sorgono durante le indagini sono molteplici e trovare le risposte non sarà affatto facile.
Chi è il morto? Come mai si trova nel salotto della signorina Pebmarsh, una donna cieca che, oltre a non conoscerlo, non ha mai richiesto i servigi di una segretaria? E come mai la stanza è piena di orologi che segnano tutti la stessa ora e che non appartengono alla proprietaria della casa?
Il caso appare così ingarbugliato che Colin decide di recarsi a Londra per chiedere aiuto a Poirot che risolverà il caso praticamente senza uscire di casa.

A dispetto del titolo, in questo romanzo Hercule Poirot ha un ruolo decisamente molto marginale. Il vero protagonista è Colin Lamb che affianca nelle indagini l'ispettore Hardcastle. Poirot comparirà a romanzo inoltrato, tuttavia il suo ruolo risulterà come sempre decisivo.
Nonostante l'assenza di Poirot il libro mi è piaciuto, il ritmo è incalzante e come al solito la Christie è riuscita a creare la giusta suspense in grado di accompagnare il lettore per tutta la durata del romanzo. L'ambientazione storica ha il suo peso, si percepisce in modo inconfondibile la presenza oscura della guerra fredda (il romanzo è stato pubblicato per la prima volta nel 1964).
Ciò nonostante, Sfida a Poirot, non può sicuramente essere considerato uno dei migliori romanzi della famosa giallista.
Quello che forse meno convince è la presenza di molti elementi e altrettanti interrogativi che sorgono durante lo svolgimento delle indagini e anche se tali interrogativi troveranno risposta, quello che resta è un generale senso di confusione. O per lo meno io mi sono sentita così.
In conclusione, nonostante qualche piccolo intoppo durante la lettura, mi sento di promuovere questo romanzo perché lo stile inconfondibile di Agatha Christie resta pur sempre una garanzia e anche se sbrogliare la matassa non è stato affatto semplice ritengo che sia un libro che gli amanti della nota scrittrice non possano non apprezzare.

venerdì 31 maggio 2019

Segnalazione: "Il Cristallo della Luna" di Jessica Imhof

Buon venerdì Booklovers,
avete già pianificato il vostro week end? Se non sapete cosa fare in questo primo fine settimane di giungo vi consiglio una lettura fantasy firmata Genesis Publishing.
E' disponibile da oggi l'interessantissimo fantasy intotolato Il Cristallo della Luna romanzo d'esordio di Jessica Imhof. Presto uscirà anche in cartaceo.
Andiamo a scoprirlo insieme.

Titolo: Il Cristallo della Luna
Autrice: Jessica Imhof
Casa Editrice: Genesis Publishing
Genere: Epic Fantasy
Collana: InFantasia
Pagine: 375
Prezzo e-book: 3,99 €
Prezzo cartaceo: 12,60 €
Data d'uscita: 31 maggio 2019
Disponibile su Amazon (link aquisto nel titolo)


Trama:

Per millenni, giorno dopo giorno, la debole luce della Luna veniva oscurata dal Sole. Finché un giorno, poco prima dell’alba, la Luna invasa dalla tristezza per aver passato anni all’oscurità dell’astro, pianse, ma accadde una cosa che la Luna non aveva previsto. Una lacrima cadde sulla terra e si trasformò in cristallo, una gemma che aveva l’energia e l’anima della Luna”.

Questa è la storia che viene raccontata a Kris, un giovane ragazzo di ventidue anni molto curioso e intraprendente, il giorno in cui riceve l’eredità di famiglia. La lacrima caduta sulla terra, il Cristallo della Luna, passato da madre in figlia e da padre in figlio fino a lui. Generazioni trascorse nell’attesa dell’Erede designato, nell’attesa del figlio in grado di legarsi al Cristallo e attingere al potere della Luna.

Kris scoprirà la meraviglia per una nuova sconvolgente realtà piena di potere e magia. Si intreccerà con persone che lo aiuteranno a crescere e ad affrontare la perdita, la frustrazione e la vergogna. Riuscirà Kris a maneggiare forze a lui sconosciute? Ed essere un degno Erede della Luna?



L'autrice


Jessica Imhof è una curiosa ed estroversa scrittrice svizzera, nasce del 1987 in una famiglia di contadini, studia e si laurea in ingegneria gestionale. Ama da sempre leggere diversi generi, prediligendo il fantasy per il quale ha una passione radicata del profondo. Durante l’adolescenza scopre la gioia della scrittura e cresce il suo amore per le parole, felice di poter trasferire i suoi sogni su carta.
Il Cristallo della Luna è il suo romanzo d’esordio.


venerdì 24 maggio 2019

Segnalazione: "Libellule" di Veronica D'Appollonio

Buongiorno Booklovers,
oggi ho il piacere di segnalarvi una nuova uscita targata Genesis Publishing.
Questa volta si tratta di Libellule di Veronica D'Appollonio silloge poetica molto intima e toccante.

Titolo: Libellule
Autrice: Veronica D'Appollonio
Casa Editrice: Genesis Publishing
Genere: Raccolta di poesie, Contemporaneo
Collana: InVersi
Pagine: 100
Prezzo e-book: 2,99 €
Prezzo cartaceo: 7,90 €
Data d'uscita: 24 maggio 2019
Disponibile su Amazon (link aquisto nel titolo)


La silloge Libellule di Veronica D’Appollonio è una raccolta di ventisei testi, alcuni scritti di getto e dettati da una fulminea ispirazione del momento, altri scaturiti da una scrittura più meditata e consapevole, al di là di qualunque pretesa letteraria e di ogni ambizione di pubblicazione.

Contravvenendo alla cosiddetta lex operis, ai dettami imposti dal genere poetico, che spesso fanno della poesia una forma d’espressione aristocratica, snobisticamente autoreferenziale, accessibile unicamente ad un ristretto pubblico di iniziati, l’autrice sceglie programmaticamente di rinunciare ad arcaismi, formule dotte, eccessi di complicazioni retoriche, adottando uno stile che riecheggia i moduli della prosa in un linguaggio semplice, colloquiale, di immediatezza espressiva per raccontare il microcosmo della propria intimità e descrivere brevi frammenti di storie di altre anime.

Le libellule, per l’autrice, sono piccole epifanie, illuminazioni improvvise, istanti rivelati che vibrano dei suoni delle voci segrete delle emozioni e si tingono delle fantasie cromatiche dell’immaginazione attraverso i “riflessi delle illusioni del tempo”.

Nella consapevolezza del fatto che la poesia sia uno specchiarsi di anime, un auscultare silenzioso di battiti che pulsano all’unisono, l’autrice dedica la sua silloge a tutte quelle persone che sanno colorare di emozioni il grigiore di una giornata qualunque, sperando che il volo leggero delle sue Libellule possa far librare, in qualche modo, la loro immaginazione e le loro emozioni.


L'autrice


Veronica D'Appollonio nasce in provincia di Latina. Dopo gli studi presso il Liceo Classico “Piero Gobetti” di Fondi, ottiene due differenti titoli accademici, una laurea in Letteratura e Lingua Italiana ed una laurea in Critica Letteraria presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Lavora come insegnante di Italiano, Latino, Greco e materie letterarie nei licei di Roma, dove vive.
Nel maggio 2014 la casa editrice Europa Edizioni pubblica la sua prima silloge poetica Libellule, che ha ottenuto alcuni riconoscimenti letterari nell'ambito di concorsi nazionali ed internazionali. Nel maggio 2016, la raccolta di poesie tradotta personalmente in francese dall'autrice sotto il titolo Libellules è stata pubblicata dall'editore Editions Edilivre in Francia e nei paesi francofoni. Nell’aprile 2018 pubblica il suo romanzo d’esordio L’estate di Sophie, che ha conseguito il prestigioso “Premio Italia” come romanzo vincitore assoluto del Premio Internazionale Mario Luzi 2017/2018.
Nel maggio 2019 la casa editrice Genesis Publishing pubblica una nuova edizione della silloge Libellule.


mercoledì 22 maggio 2019

Marvel Cinematic Universe


Ciao Booklovers, oggi non sono qui per parlarvi di libri bensì di cinema.
Venerdì scorso sono andata a vedere Avengers: Endgame (finalmente!!!) e anche se sapevo già a grandi linee quello che sarebbe successo lo tornerei a guardare anche adesso.
Le emozioni provate sono state tante, così come le lacrime versate perché con questo film si conclude l'avventura dei Vendicatori che abbiamo imparato a conoscere e amare grazie a The Avengers del 2012 con la regia di Joss Whedon, anche se tecnicamente la fase tre si concluderà con il secondo film dedicato a Spider-Man che uscirà nelle nostre sale tra meno di due mesi (10 luglio 2019).
In questo post parlerò, in generale, di tutti i film che compongono le tre fasi e mi soffermerò, in particole sull'ultimo film degli Avengers. Inoltre vi mostrerò anche il parere di Daniele, un mio caro amico e compagno di avventura che ascolta tutti i miei viaggi mentali relativi ai supereroi Marvel e non solo.
Se non avete ancora visto il film vi consiglio di non leggere questo post perché qualche spoiler relativo a Endgame sarà inevitabile.

La Fase Uno comprende i film prodotti ed usciti dal 2008 al 2012.
Iron Man (regia di Jon Favreau, 2008) - L'incredibile Hulk (regia di Louis Leterrier, 2008) - Iron Man 2 (regia di Jon Favreau, 2010) - Thor (regia di Kenneth Branagh, 2010) - Captain America: The First Avenger (regia di Joe Johnston, 2011) - The Avengers (regia e sceneggiatura di Joss Whedon, 2012)

La Fase Due comprende i film prodotti ed usciti dal 2013 al 2015 e sono:
Iron Man 3 (regia di Shane Black, 2013) - Thor: The Dark World (regia di Alan Taylor, 2013) - Captain America: The Winter of Soldier (regia di Anthony e Joe Russo, 2014) - Guardians of the Galaxy (regia di James Gunn, 2014) - Avengers: Age of Ultron (regia e sceneggiatura di Joss Whedon, 2015) e Ant-Man (regia di Peyton Reed, 2015)

La Fase Tre comprende i film prodotti ed usciti dal 2016 al 2019 e sono:
Captain America: Civil War (regia di Anthony e Joe Russo, 2016) - Doctor Strange (regia di Scott Derrickson, 2016) - Guardians of the Galaxy Vol.2 (regia e sceneggiatura di James Gunn, 2017) - Spieder-Man: Homecoming (regia di Jon Watts, 2017) - Thor: Ragnarok (regia di Taika Waititi, 2017) - Black Panther (regia di Ryan Coogler, 2018) - Avengers: Infinity War (regia di Anthony e Joe Russo, 2018) - Ant-Man and the Wasp (regia di Peyton Reed, 2018) - Captain Marvel (regia di Anna Boden e Ryan Fleck, 2019) - Avengers: Endgame (regia di Anthony e Joe Russo, 2019) e, infine, Spider-Man: Far From Home (regia di Jon Watts, 2019).
In fondo al post troverete l'ordine cronologico in cui i film andrebbero visti.